la nostra candidata

Polisnaonis ha la sua candidata per le prossime elezioni. E’ una candidata particolare: non ad un seggio, ma all’ambito ruolo di elettrice. Si chiama Luisa Naonis.

Il curriculum.

La nostra candidata ha trentadue anni, è sposata con Franco e ha una bambina, Silvia, di tre anni. Luisa è laureata in Statistica ed è impiegata presso una Società di Assicurazioni; il marito è un architetto libero professionista, inoltre precario nella scuola secondaria. Il loro reddito imponibile Irpef complessivo è stato di 54000 euro; vivono in un appartamento di proprietà in zona semicentrale, per il quale hanno stipulato un mutuo ventennale a tasso variabile (Euribor a tre mesi con spread dello 0,90) che comporta loro, al momento, una rata mensile di 690 euro. Silvia frequenta la scuola dell’infanzia (primo anno) in una struttura privata.

L’agenda politica.

Una giornata-tipo di Luisa detta la sua agenda politica. Al mattino esce di casa di corsa per riuscire a portare la bambina all’asilo ed arrivare in centro, dove lavora, evitando ingorghi, mentre Franco è già fuori di casa per prendere il treno per Sacile (dove ha in questo momento una supplenza), sperando di non incappare in uno degli ennesimi ritardi. Ciò offre loro l’occasione, durante la telefonata di metà mattina, di affrontare le questioni delle politiche dei trasporti, della mobilità e del traffico.

Durante la pausa pranzo Luisa corre a fare la spesa, cercando di combinare tra di loro le migliori offerte di tre ipermercati diversi, concentrati nella stessa zona. La grande quantità di pane che vede ammonticchiarsi non comperato la porta a riflettre sull’aumento del costo della vita e sul progressivo impoverimento dei ceti a reddito tendenzialmente (o precaramente) fisso.

Chiacchierando con le colleghe durante la pausa caffè Luisa affronta la questione dell’aumento del prezzo della benzina. Luisa ricorda bene che, per un breve periodo circa un anno fa, ha pagato per il Diesel (con l’agevolazione regionale) 0,998 euro, mentre ieri il prezzo (agevolato) era di 1,254 euro.

Luisa va a prendere la bambina all’asilo. Con le mamme che incrocia all’uscita ricorda la fila notturna affrontata per poter iscrivere la piccola alla sezione "mignon" della scuola privata, l’anno precedente, e ciò le offre l’occasione per riflettere sulla necessità di strutture per i piccoli.

Rientrata a casa, Luisa accende la televisione e la spegne immediatamente, verificata la mancanza di programmi decenti. Luisa riflette su un antico slogan per la Tv a pagamento e lo ritraduce in Vedi solo quello che paghi.

Al rientro di Franco a casa, Luisa corre dalla madre, che le ha adattato i calzoni e la gonnellina nuovi per la piccola Silvia (ciò la porta a riflettere sull’importanza delle reti informali e familiari per la tenuta del sistema sociale); poi, con la madre, si reca in Casa di Riposo a trovare il nonno, che viene accudito da una simpatica infermiera moldova. Ciò la porta a riflettere sulla complicata questione delle politiche sociali.

Tornata a casa, Luisa cena con Franco e la piccola Silvia. Messa a dormire la piccola, Luisa si mette a stirare mentre Franco rassetta la cucina e prepara la lavatrice. Dopo aver fatto questo, Luisa e Franco si siedono sul divano, accendono la televisione…e vedono su ogni canale una trsmissione politica sulle elezioni…

Cosa diranno a Luisa, Franco e Silvia i nostri eroi?

Annunci

0 Responses to “la nostra candidata”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Aggiornamenti Twitter

Flickr Photos

Blog Stats

  • 499 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: