Archivio per aprile 2008

La giunta Tondo

Dal blog di Renzo Tondo (che dobbiamo dire è continuamente aggiornato da nuovi post), apprendiamo i nomi dei componenti la giunta regionale del Friuli Venezia Giulia.
Per sapere “chi farà che cosa“, il presidente Tondo ci rimanda alla prossima settimana.

Annunci

La sconfitta di Illy e del centro-sinistra

Young_frankenstein Sul tema avevamo scritto qualcosa qui segnalando l’interessante riflessione proposta da Bora.la alla quale ha poi risposto con una lettera Alessandro Maran esponente del PD regionale, proponendo alcune interessanti considerazioni che vedremo di riprendere anche in salsa naoniana (o dovremmo dire “morettiana”?).

Honsell verso la poltrona di sindaco di Udine

Honsell Un dato al volo sul ballottaggio per la poltrona di sindaco della Città di Udine.

Ultima rilevazione: 28 aprile 2008, ore 16:32

Sezioni rilevate: 93 su 100

FURIO HONSELL: 52,93%

ENZO CAINERO: 47,07%

Ultima rilevazione: 28 aprile 2008, ore 16:35

Sezioni rilevate: 99 su 100

FURIO HONSELL: 52,73%

ENZO CAINERO: 47,27%

good bye Bolzonello?

Mentre Renzo Tondo e soci trattano per la composizione della Giunta Regionale, Gianfranco Moretton (il vero punto di riferimento per capire come stiano le cose quantomeno lungo la riva naoniana del PD) concede al Messaggero veneto (ieri, 27 aprile) una lunga intervista  a Michele Meloni Tessitori, sulla quale meditare a lungo. Succo dell’intervista: il PD dovrà riorganizzarsi come partito, "radicarsi", come va di moda oggi dire, selezionando la sua classe dirigente "per merito e concorrenza". Le civiche hanno fatto il loro tempo, ed è bene che entrino nel PD.

Una chicca, poi, a proposito del Sindaco di Pordenone:

"D. E quale ruolo per Bolzonello?
Sta facendo bene il sindaco di Pordenone, ma mi pare abbia detto di volersi r
itirare dalla politica."

Crepe & Crape

Brutos Apprendiamo che, come previsto, a seguito della sconfitta elettorale, si aprono le prime “crepe“ nel Pd.
Nel corso di un incontro della cosiddetta componente riformista(?) dei Ds presenti anche il segretario provinciale Paolo Pupulin, l’ex assessore Lodovico Sonego e il neoeletto consigliere Nevio Alzetta, Sergio Zaia (consigliere di minoranza in Provincia e membro della costituente nazionale del Pd), dopo una dura autocritica allo stesso Pd, ha annunciato le sue dimissioni (vedremo se dopo l’annuncio seguirà la conferma).
Zaia sostiene di fatto la necessità di prendere atto della sconfitta e di fare un passo indietro per poter ricominciare un percorso del tutto nuovo.
Il ragionamento non sarebbe stato condiviso dalla maggioranza del partito e dai rappresentati di “peso” presenti all’incontro (come dire dalle “crape“ del Pd).

Pd, l’oggetto (s)conosciuto

Pdplanet

Il triestino Enrico Maria Milic dedica questo ampio post di bora.la alle prospettive presenti e future del PD. Scritto a partire dall’angolo visuale triestino dal quale non si vede proprio tutto, non dicasi nell’Euroregione, ma più modestamente nella Regione, il testo contiene una serie di ottimi spunti e riflessioni molto utili anche per chi volesse discutere, o almeno meditare, sui destini del neonato partito, anche in chiave naoniana.

espiare?

Dal Gazzettino (edizione di Pordenone) di sabato 19 aprile 2008, virgolettato delle dichiarazioni di Angioletto Tubaro  e Alessandro Ciriani):

«Quei sindaci, che ora stanno tenendo un singolare e strano silenzio, che hanno osannato e copiato il modello Illy. Chi è stato un sostenitore spudorato della scorsa giunta Illy oggi deve espiare».

Espiare?


Aggiornamenti Twitter

Flickr Photos

Blog Stats

  • 499 hits