il trionfo naoniano di Tondo

Gli amici triestini ci invitano a spendere qualche abbozzo di riflessione sul risultato pordenonese delle Regionali (cioè sull’ampio successo di Tondo). Proviamo a declinare qualche passaggio, lascaindo stare considerazioni più ovvie (sulla sicurezza ad esempio):

1) i tre temi-chiave del programma e della comunicazione (algida e molto poco comunicativa: ma l’abbiamo scritto qui più volte) di Illy (Regione della conoscenza; Euroregione; autonomia friulana) hanno poca o nulla presa sul territorio naoniano: il Consorzio Universitario è ancora una realtà di incerta definizione (percepito come contenitore di corsi udinesi e triestini); l’Euroregione non appassiona nessuno (non si son visti caroselli in piazza XX Settembre per l’ingresso della Slovenia in area Schenghen) e pochissime famiglie pordenonesi aspirano all’insegnamento in marilenghe per i propri pargoli;
2) a ragione o a torto, gli interventi più solidi della Giunta Illy nel pordenonese sono stati vissuti come imposizioni: caso emblematico, l’Ospedale, la cui ristrutturazione è stata di fatto imposta anche alla giunta Bolzonello (basti seguire la storia della vicenda negli ultimi quattro anni), orientata invece, come il Centrodestra, alla costruzione ex novo dell’edificio (soluzione per la quale Franco Dal Mas si è di nuovo speso nei primi giorni di campagna elettorale); ma, oltre all’Ospedale, anche la viabilità (tema caldo nell’ambito infrastrutturale) e la riorganizzazione sociosanitaria sono realtà nelle quali la percezione di qualcosa di imposto è stata forte (anche da parte di molte persone di orientamento progressista);

3) ad un modello illyano più centripeto, more geometrico demonstrato, la Lega Nord ha proposto fin dalle Provinciali del 2004 il tema di "Pordenone Provincia Autonoma", ed una maggiore autonomia delle Province è esplicitamente sostenuta nel programma di Tondo: il successo di Elio De Anna (Presidente della Provincia) e di Edouard Ballaman (che alle Provinciali del 2004 ebbe uno straordinario riscontro) testimoniano che l’argomento ha avuto presa;

4) il PD naoniano non ha saputo nè voluto risolvere le proprie antinomie: pur avendo nel Sindaco naoniano il suo naturale frontman, non lo ha mai investito degli strumenti di governo della compagine e per via di progressive mediazioni (al ribasso) si è dato in realtà una struttura ed un’organizzazione finalizzate all’appuntamento regionale ed alla riconferma dei Consiglieri Regionali uscenti; insomma, il giovane pargolo(il PD) ha fatto un lavoro da adulto scafato, cioè gestione del potere più che lettura e rappresentazione del territorio, ed il risultato è puntualmente giunto (ora vedremo chi ne vorrà trarre le conseguenze…).

In salsa naoniana aggiungiamo che, nel Pd, come previsto, chi ha voluto imporre il derby civico Romor-Cardin nella città, così come chi non ha saputo evitarlo, ha visto realizzate le (rispettive) attese ed i (rispettivi) timori: nessuno dei due è stato eletto, mentre la somma dei loro voti è largamente sufficiente ad avere un consigliere regionale del PD del capoluogo -che dire?: complimenti. La logica dominante è stata, appunto, la divisione interna in comitati elettorali per la conferma del blocco uscente, con l’aggiunta dell’ansia di rivalsa di Gianfranco Moretton, che ha spazzolato voti pure in città: tutto questo che prezzo ha avuto? Annichilimento degli ex Ds, mortificazione delle civiche, zero temi politici; altro che valorizzazione delle risorse (come dichiara ai quotidiani Francesca Papais), ora Moretton non è una risorsa del Pd naoniano: è il Pd.

Per concludere, osservazioni sparse. Il rappresentante di centrosinistra del capoluogo sarà dunque il giovane Alessandro Corazza; Mara Piccin, neoeletta leghista, è una delle pochissime donne in Consiglio, e, se Tondo resta alle indicazioni date (a parte la Sanità, Assessori scelti tra gli eletti, e almeno tre donne), diventa una serissima candidata ad un Assessorato, come del resto Elio De Anna, Luca Ciriani, Maurizio Salvador, Antonio Pedicini, Edouard Ballaman.Non tutti però saranno accontentati. Non vanno in Regione, pur con buoni risultati personali, Ruben Colussi ed Orazio Cantiello (nella Sinistra Arcobaleno) ed Elena Coiro del PDL.

Annunci

3 Responses to “il trionfo naoniano di Tondo”


  1. 1 ramadan dates 2013 27 luglio 2013 alle 2:18 pm

    Hello would you mind stating which blog platform you’re working with? I’m planning to start my
    own blog soon but I’m having a tough time choosing between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal. The reason I ask is because your layout seems different then most blogs and I’m looking for something
    completely unique. P.S Apologies for being off-topic
    but I had to ask!

  2. 2 ramadan moments 3 agosto 2013 alle 10:59 pm

    May I simply just say what a comfort to find an individual who genuinely understands what they are discussing on the internet.
    You certainly know how to bring a problem to light and make it
    important. More and more people ought to read this and understand this
    side of your story. I was surprised you’re not more popular since you definitely have the gift.

  3. 3 Http://Porcelaindiaries.Com 27 agosto 2013 alle 10:45 pm

    If you are going for best contents like myself, only pay a visit
    this web page every day since it presents feature contents, thanks


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: