Archive for the 'Blog' Category

Il blog si trasferisce sul tumblog

Caro lettore, questo blog chiude la sua presenza su questa piattaforma, ma continua sul tumblog Polisnaonis su Tumblr.

I post e i commenti di questo blog verranno salvati ed archiviati in attesa magari di dare vita ad un altro blog, oppure continueremo solo, si fa per dire, sul tumblog una piattaforma che si è evoluta e, da “spalla“ dei blog, può, come in questo caso, divenire uno spazio vero e proprio di scrittura.

Solitamente in un tumblog non è possibile lasciare dei commenti, ma noi abbiamo previsto questa possibilità e quindi in ogni post sarà possibile inserire un proprio commento.

Non ci resta, dunque, che salutarti qui per poi ritrovarti nel tumblog.

Ti aspettiamo!

La città nella rete

Internetquotidiano08
Internet quotidiano
: questo il titolo e il tema del convegno
organizzato dall'IRSE di Pordenone per il prossimo 18 novembre 2008 presso la Casa dello Studente.
Internet, una piattaforma formidabile che può divenire anche strumento civico locale per la crescita di relazioni, non virtuali, tra cittadini e istituzioni, tra giovani e adulti, tra categorie e professioni spesso non comunicanti, tra vecchi e nuovi cittadini.

Obiettivo del convegno è, quindi, cogliere un tema di grande significato culturale e civico, facendo emergere non solo le opportunità di una conoscenza più diffusa, ma la consapevolezza di reali possibilità di realizzazione. Partendo da Pordenone, perché proprio l’amministrazione cittadina ha avviato un percorso innovativo volto alla facilitazione dell’accesso a internet come mezzo di creazione di nuove relazioni sociali e di democrazia partecipativa.

Polisnaonis ci sarà. E tu?

via dalla blogosfera

Con questo post Bruno Zvech, Segretario Regionale del Pd, di fatto si congeda dal suo blog.

La sintassi stessa del post (con tanto di ripetizioni sull'importanza delle scadenze "entro l'estate") fa pensare a forme di comunicazione più rituale, e certo -negli stessi giorni nei quali le ovvie forme di dialettica, dissenso, e difficoltà proprie di un partito in cerca di identità e alle prese con una sconfitta elettorale hanno trovato espressione con dei twitt dalla stessa Assemblea Nazionale- il segnale, ci si consenta dirlo, è di tipo regressivo: come la stessa idea (sulla quale ci siamo espressi qualchepost addietro) di darsi un'identità scrivendo un "programma fondamentale".

Era lecito attendersi di più.

Pd, l’oggetto (s)conosciuto

Pdplanet

Il triestino Enrico Maria Milic dedica questo ampio post di bora.la alle prospettive presenti e future del PD. Scritto a partire dall’angolo visuale triestino dal quale non si vede proprio tutto, non dicasi nell’Euroregione, ma più modestamente nella Regione, il testo contiene una serie di ottimi spunti e riflessioni molto utili anche per chi volesse discutere, o almeno meditare, sui destini del neonato partito, anche in chiave naoniana.

cambio di strategia?

Fallimento

Interessante. Dal sito di Renzo Tondo è sparito il post di ieri (19 marzo) relativo alla visita pordenonese del candidato presidente ed ai proclami dal forte sapore populistico sui tema della sicurezza, cui avevamo dedicato parte di un nostro intervento. Cambio di strategia?

Polisnaonis: dalla rete alla carta stampata

Giornalismothumb Il Messaggero Veneto di oggi 16 marzo, per mano del suo valente cronista, Stefano Polzot, pubblica l’articolo “La Piazza diventa virtuale“ nel quale si parla dell’ingorgo dei vari spazi web creati in quest’ultimo periodo dai vari candidati alle elezioni regionali e politiche.

Ci ha fatto piacere che, a sorpresa, Polzot abbia scritto: “Tra tutti merita una citazione il blog Polisnaonis che vuole caratterizzarsi come un luogo di confronto e di analisi della campagna elettorale“.

Questo non può certo che spingerci a migliorare il nostro lavoro sulla via già tracciata.

16 marzo

Viafani324x2301 Polisnaonis è locale, ma – ce lo siamo imposti nel titolo – cerca almeno di pensare globale. E allora: oggi sono trent’anni esatti dalla strage di via Fani e dal rapimento di Aldo Moro. Quell’Alfetta bianca (qui nella foto, storica, di Gianni Giansanti) è entrata (abbiamo una certa età…) nella nostra storia.

RaiSat Premium ha dedicato tutta la nottata alla messa in onda dei discorsi televisivi di Aldo Moro, presentati da Stefano Folli. Dateci un’occhiata.